Campidoglio? O Beautiful…

Voglio raccontarvi cosa sta accadendo nelle ultime settimane in Assemblea Capitolina, perchè sembra una telenovela che non ha mai fine.

Iniziamo con i protagonisti. Il buon Riccardo Magi (Lista Civica Marino) che ha presentato una delibera sacrosanta, che istituisce l’anagrafe pubblica dei rifiuti. In poche parole un tentativo di portare la trasparenza li dove ha sempre regnato l’opacità e il caos.

La “maggioranza” che, PD in testa, in questi giorni è impegnata in giochi tra correnti, corse alla segreteria regionale, ripicche, dispetti vari e chi più ne ha più ne metta.

Il PDL (o come si chiama ora) che pensa bene di fare opposizione in maniera strumentale, presentando circa 70 ordini del giorno che si ripetono, avendo sempre la stessa richiesta ma con l’indicazione di un Municipio differente. Ovviamente questo gli è consentito dal PD, che gli fa gioco per perdere tempo prezioso mentre la gestione dei rifiuti è ancora nel caos. Che siano d’accordo? Ai posteri l’ardua sentenza, va ricordato però, che il cons. Magi fu colui che denunciò la presunta manovra d’Aula durante l’approvazione del Bilancio previsionale 2013.

Ultimo protagonista, il gruppo capitolino M5S. Unico gruppo sempre presente, unico gruppo a fare opposizione nel merito, e non per partito preso, unico gruppo sempre puntuale in Aula, unico gruppo che si attiene rispettosamente al regolamento del consiglio comunale, e per questo messo sempre ai margini del dibattito.

Ma veniamo ad oggi. Ancora, dopo cinque (5!) sedute di Assemblea Capitolina (che fanno circa 30.000€ di gettoni di presenza a carico dei contribuenti) non si è riusciti a votare la, ormai leggendaria, delibera sull’anagrafe pubblica dei rifiuti.

Prima il PD ha fatto mancare il numero legale, poi continue perdite di tempo con richiami vari al regolamento, poi l’illustrazione degli ordini del giorno (che sono tutti uguali!) infine, ciliegina sulla torta, la scoperta che hanno votato alcuni consiglieri del Partito “Democratico” in quel momento assenti in Aula…avranno i super-poteri!

Insomma i problemi della città sempre ai margini del dibattito “politico” (se cosi vogliamo definirlo) e le esigenze degli abitanti della Capitale non sono mai affrontate. Sembra come se questi consiglieri capitolini vivano in un’altra città, non vedano le buche, il degrado, i rifiuti ammassati, i trasporti pubblici (quasi) inesistenti.

E’ quindi necessaria la presenza di tutti alle sedute dell’Assemblea Capitolina, che ricordo sono pubbliche, per ricordare a questi “signori” da chi sono votati e gli interessi di chi devono rappresentare.

 

Annunci


Categorie:Assemblea Capitolina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: