Roma è l’ultima capitale europea, ma proprio l’ultima…

L’ultimo fine settimana ho fatto un “break” visitando la capitale dell’Irlanda, Dublino. Mi è sempre piaciuto viaggiare, ed ora che ho un impegno istituzionale, ancora di più (anche se con minor tempo a disposizione), per poter osservare le altre città e portare i modelli virtuosi anche a Roma.

Cosi ho notato l’attenzione che Dublino ripone verso la ciclabilità. E’ importante il paragone con questa città perchè è stata anch’essa colpita dalla crisi, e in maniera dura (lo vedi dai negozi chiusi, magari indicati dalla guida di solo qualche anno fa), quindi la scusa molto italica “non ci sono i soldinon tiene.

Questa l’immagine più ostile (si fa per dire, vuol dire che è pieno) alla bicicletta, per il resto è una vera e propria “goduria” per gli appassionati delle due ruote a pedali.

IMG_20140503_223805

Corsie dedicate, ovvero spazio sottratto alle auto e destinato ad una mobilità sostenibile

IMG_20140501_102752

Immancabile un servizio di bike sharing vero

IMG_20140502_105538

Notare ai semafori gli spazi dedicati ai ciclisti per evitare di essere intossicati dai gas di scarico

IMG_20140503_105540

Inoltre sui treni DART (più o meno i nostri treni regionali) ci sono spazi dedicati al trasporto di biciclette, molto utilizzati

(Nella foto potete vedere in piccolo una persona che aspetta il treno con bici al seguito)

IMG_20140503_111022

 

Come se non bastasse anche la campagna informativa del comune per incentivare l’utilizzo del mezzo di trasporto più ecologico che esista

IMG_20140503_211342

In tutto questo la frustrazione di vivere in una delle città più belle del mondo, che per colpa della politica che l’ha governata è indietro anni luce rispetto a tutte le altre capitali europee.

Per questo motivo negli ultimi mesi ci siamo battuti in Assemblea Capitolina con tantissimi atti e proposte (molte a costo zero) per incentivare l’utilizzo della bicicletta (ciclabili leggere, bike sharing finanziato con la pubblicità, parcheggi condominiali) ma evidentemente i nostri appelli non sono stati ascoltati.

 

Annunci


Categorie:pensieri

Tag:, , ,

1 reply

Trackbacks

  1. Berlino, cosa ho visto e cosa ho imparato – Enrico Stefàno|Emozioni a 5 Stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: